MICOPLASMA

appunti del dott. Claudio Italiano

I micoplasmi importanti per I'uomo includono specie dei generi Mycoplasma, Ureaplasma ed Acholeplasma. Poiché questi generi appartengono tutti all'ordine dei Mycoplasmatali nella classe dei Mollicutes, essi sono tutti chiamati "mollicutes" o, più comunemente, "micoplasmi"' Sono conosciute più di 150 specie, riscontrati negli uomini, negli animali, nelle piante, negli insetti. La maggior parte di tali organismi è di tipo commensale, ma alcuni dei ceppi umani sono patogeni, mentre raramente alcuni di quelli animali infettano gli uomini. I micoplasmi sono gli esseri viventi autonomi più piccoli. Alcuni di essi si avvicinano alla taglia dei virus più grandi di 200 nm. Circondati da una membrana cellulare a triplo strato, non hanno una parete cellulare (da cui il nome "mollicute" dal greco "pelle morbida”e per tale motivo non sono visti con la colorazione di Gram e possono essere trattati con antibiotici attivi sulla parete cellulare come i β-lattamici e la vancomicina. La maggior parte dei micoplasmi è anaerobia facoltativa. Essi crescono profondamente nell'agar e formano sulla sua superficie un nucleo scuro con una periferia chiara, le cosiddette colonie ad “uovo fritto”. I micoplasmi sono distinti dai batteri per la loro mancanza di parete cellulare e perché non possono produrre precursori della parete cellulare; dai virus, dalle clamidie e dalle rickettsie perché sono in grado di crescere in terreni privi di cellule. I micoplasmi umani, alcuni patogeni certi, altri semplicemente commensali,  sono:

Patogeni : M. pneumoniae , M.hominis , M.fermentans, M.urealyticum
Opportunisti : M.salivarum M.ovale M.genitalium M.pirum M.penetrans M.arginini M.felis M.edwardii
Commensali : M.buccale M.facium M.lipophilum M.primatum M.spermatophilum A.laidawii A.oculi