Movimenti involontari:  tics, mioclono e stereotipie

appuntidel dott. Claudio Italiano

Tic

I tic sono movimenti involontari, bruschi, improvvisi, isolati, brevi (tic motori); suoni prodotti dal naso, dalla bocca o dalla gota (tic vocali, fonatori) oppure sensazioni (tic sensitivi). I tic motori possonó essere sempÍici (ad es. chiusura degli occhi, contrazione del naso, scatto del capo) o complessi (ad es. movimenti di toccamento ripetitivi, salti, calci, rotazioni pelviche). Allo stesso modo, tic vocali/fonatori possono essere semplici (ad es. schiarirsi la gola, grugnire, aspirare) o complessi (ad es. ecolalia, palilalia, coprolalia)

I Tic possono essere, dunque, di vari tipi:  

  • Tic motori (i più comuni, di carattere improvviso e breve. Oltre a quelli riferiti in precedenza si ricordano le varie mioclonie.)

  • Tic vocali (l'emissione di suoni non voluti. Comprende grugniti, parole dette senza intenzione, ecc.)

  • Tic comportamentali (ecolalia, coprolalia, ecc.
  • ticOltre a quelle principali esistono altre tipologie:

    Le caratteristiche dei tic comprendono la sopprimibilità, I'aumento in condizioni di stress e agitazione, la riduzione con distrazione e concentrazione, la suggestionabilità, la variabilità nell'entità e una possibile persistenza durante il sonno. La causa più comune dei tic è la sindrome di GiIIes de la Tourette, una malattia genetica dominata da tic e da una varietà di manifestazioni comportamentali. Tic transitori dell'infanzia e tic persistenti semplici probabilmente rappresentano una forma frammentaria della sindrome de la Tourette.